Fuori i fascisti dal salone del libro

L'Arte del.. "Con Arte"

Fuori i fascisti dal salone del libro

Critiche Scomode News 0
Fuori i fascisti dal salone del libro | Critiche Scomode di Rossana Oliva Scrittrice

Fuori i fascisti dal salone del libro | Critiche Scomode di Rossana Oliva Scrittrice

Ma che cazzata è?

L’editore Altaforte in castigo! Dapprima si pensava di ghettizzarlo in un angolo buio poi alla fine si è scelta la censura. La scrittrice Birenbaum, vittima dell’olocausto, minaccia: o lui o io!

Non si uccide solo inferendo castighi fisici, ma anche sopprimendo forme di espressione non in sintonia con le proprie. Difendere la democrazia significa anche rispettare la libertà intellettuale dell’individuo. Il cervello è sovrano in tutto. Gli accentramenti di idee, di posizioni ideologiche e gusti personali sono appartenenti ad un concetto dittatoriale che meschinamente si nasconde dietro un’equità illusoria.

Il salone del libro è un respiro profondo di aria pulita fuori dall’ordinaria apnea che condanna quotidianamente la volontà di essere.

E invece.. sbattono fuori chi non la pensa come vuole il comune, ma finto, senso della giustizia.

Fuori i fascisti dal salone del libro | Critiche Scomode di Rossana Oliva Scrittrice

Mi stupisco e mi adombro dinanzi a queste aridità e chiusure mentali che non accettano il “diverso”, che non ascoltano la voce di uno ma si attaccano con furore al coro del gruppo.. E come dei polli lavorano per il profitto personale.

Ho una gran voglia di libertà, che non significa libertinaggio ma essere! Essere come cazzo si è. E mischiarsi con le proprie differenze nel mondo per poter dipingere con tutti i colori l’identità di una società che vive. E che non viene soppressa dal grigiore di una omologazione e stasi dello spirito.

La vita è varia! Ed è questo il suo bello.

Cara Birenbaum, al Salone del Libro con il tuo ennesimo patetico sermone.. Io ci sono stata, ma purtroppo in compagnia di un fascista che ha fatto numero tra gli altri pagando il suo biglietto.

IO SONO NAZISTA!

Vorrei costruire una nazione priva di cattiverie, invidie, ignoranze, discriminazioni, classismi, superbie, abusi, prevaricazioni, guerre, supremazie, mafie, corruzioni, ingiustizie.

E allora…? FUORI TUTTI!!

Rossana Oliva