Poesia

L'Arte del.. "Con Arte"

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

La poesia dell’Artista Rossana Oliva è poliedrica. Come le sue stesse variegate capacità artistiche. Che spaziano dalla poesia alla narrativa e sino alla pittura.

Le poesie di Rossana Oliva sono autobiografiche. E quindi autentiche. Senza gli orpelli tipici di chi vuole esibirsi. Ma cariche di vita e di anima. E delle sue origini di donna nata nella più bella città del sole, Napoli.

Eccone alcune. Ed altre in Blog alla Categoria “Poesie di Rossana Oliva”.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

Essere

Sono il tutto. Sono nulla!
Sono quella che tu vuoi.
Plasmami come argilla bagnata da lacrime veementi.
Strappa con la tua carnosa bocca i brandelli di questi anni
e sputa il mio nome nel mondo componendo echi spaziali.
Attendo, guardando l’inconscio sul muro,
me stessa vestita di sogni e adornata di vero.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

Via con te

Portami via con te!
Ammucchia questo cumulo di sensi e
sbaragliami il presente.
Calpesta ogni realtà e incendia ogni pensiero.
Libera le ali e stringiti forte a me fino a spezzare il tetro.
Alzati in volo e trascinami al centro delle stelle
dove lì come due guerrieri attenderemo la pace.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

La fine

Il rumore assordante
del tuo sguardo fermo
mi urla un addio
mentre le mie mani
tendono al cielo
stringendo in pugno
l’aria del nostro lungo amore.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

Il sepolcro

Accendimi una fiaccola ai piedi del vecchio cipresso
e brucia con i caldi ritmi delle tue palpitazioni
la notte tenebrosa dell’eterno scorrere.
Spacca ancora il tedio con la potenza dell’incanto
e afferrrami nell’ascesa
cullandomi
su quel raggio di sole che conduce a Dio.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

Figlio mio

Rallenta il tuo passo
tenera ruga che scandisci il tempo.
Fai scivolare quieta la goccia del dolore
fino a farla asciugare.
Sono chiusa qui
con i pensieri tra le mani
e il cuore consumato dal fato.
Attendo ancora te figlio mio
che non vedesti il brillar dell’alba
ma conoscesti la fitta nebbia della notte.
Invoco il tuo ritorno seguendo il ticchettio del silenzio.
Abbraccio il mio ventre che digiuno
vorrebbe riportarti nella fonte
che ti generò.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

La solitudine

Quando arrivasti tu ero in piedi al centro della terra.
Il cinguettare vivo sbatteva nel mio udito spengendo ogni dottrina.
Poi adombrasti il cielo.
Acquietasti il suono
e mi buttasti in un angolo vuoto.
Oh, quanto dolore invase il consueto vivere
quando la fredda coscienza ruzzolò libera tra gli spazi miei.
Lei silente sorvolava il buio sbirciando nel devasto,
poi paziente si armò di scintille per illuminare il nulla
e donò a me la vista.
Alla meta del pianto ti scorsi.
Tu cantavi estasiata
appoggiata su un faro
che coglieva solo me.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

L’essenza

Vestii il male di arancio
inanellando le sue lunghe dita con preziosi accesi.
Smaltai il grugno delle carnose labbra
e pitturai lo sguardo di seduzione plastica.
Poi senza incanto osservai le linee del bello
barcollare nel profondo vuoto.
E allora mi spogliai e dipinsi l’anima.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

L’istinto

Ho sbagliato per te, mio essere.
Per farti godere la brezza dopo il cocente sole.
Per infuocare il giorno dell’amore sognato.
Ho rubato per te tutte le illusioni alla realtà indolente.
Ho errato i miei compiti per farti parlare,
per vederti muovere.
Ho deviato la dritta strada mentre tu ridevi.
Gioioso spesso fosti grato
mentre intorno spirava tempesta.
E non caddi sotto la frusta della colpa.
No, non caddi!
Io ricordai quanto fu bello renderti felice.

La Poesia di Rossana Oliva | Artista, Scrittrice, Pittrice

La mia terra

Odi anche tu lamenti sotterranei?
Aliti di moto si spostano da noi.
Tronchi di legno curvi e stanchi ci invocano.
I verdi filamenti ai margini perdono colore
mentre il sole è tristo senza fine.
E’ la terra di tutti,
la terra che si offre e poi si nega,
che sputa splendore e vuole un inchino.
Ed io, te,
che calpestiamo i sassi di questo viottolo
cosparso di vita stesa alle finestre,
ci lecchiamo l’anima
immersi nella nostra patria.
Abbracciami amor mio,
fammi nascere e crescere
come il seme che fondò il creato.

 

rossanaoliva©allrightsreserved